calze circolazione

Rimedi per migliorare la circolazione venosa

La circolazione venosa è un processo complesso fondamentale per la vita, in grado di garantire il regolare flusso di sangue verso il cuore. In condizioni normali questo ciclo funziona senza intoppi, ma in caso di problemi è necessario utilizzare alcuni rimedi in grado di migliorare la circolazione venosa, riportandola alle normali condizioni di funzionamento.

Con la vita moderna sono iniziate a sorgere alcune patologie legate alla circolazione sanguinea, che colpiscono soprattutto gli arti inferiori tanto nelle donne quanto negli uomini. Spesso la cura migliore per queste problematiche è composta da un giusto mix di medicinali e rimedi naturali, per riportare la circolazione venosa ad uno stato di efficienza ottimale.

Come funziona la circolazione venosa

La circolazione venosa è un processo naturale con il quale le vene portano il sangue verso il cuore, da non confondersi con la circolazione arteriosa che invece porta il sangue dal cuore fino alle periferie del corpo umano. La regolazione di questo flusso ininterrotto avviene tramite un complesso sistema di valvole, delle strutture elastiche che si aprono e chiudono consentendo il flusso ed evitando invece il reflusso del sangue.

La circolazione venosa è stimolata dal movimento, in particolare dalla pressione dei piedi sul suolo durante la camminata che aiuta a spingere il sangue verso l’alto. Per questo si dice che una camminata aiuta la vita e mantiene in forma, perché assicura un sostegno fondamentale alla circolazione sanguinea.

Complicazioni e problematiche della circolazione venosa

Negli ultimi decenni a causa dell’aumento della vita sedentaria e delle ore complessive passate seduti o in piedi ma senza muoversi, i problemi all’apparato circolatorio sono aumentati esponenzialmente, di fatto provocando la comparsa di una serie di patologie più o meno gravi.

Il minor movimento causa infatti una riduzione del drenaggio dei liquidi e del sangue specialmente negli arti inferiori, provocando una serie di malesseri e patologie più o meno gravi. I problemi alla circolazione venosa possono essere :

  • leggero malessere agli arti inferiori;
  • gonfiore localizzato;
  • stanchezza e spossatezza generali;
  • vene varicose;
  • alterazioni della microcircolazione;
  • ritorni venosi;
  • malattie cardiache;
  • sindrome di Raynaud;
  • trombosi venosa profonda.

I migliori rimedi per migliorare la circolazione venosa

Oltre ai farmaci e ai medicinali esistono dei rimedi in grado di migliorare la circolazione venosa, sia prodotti naturali che strumenti di supporto, comprese leggere modifiche alle proprie abitudini motorie e alimentari. Si tratta di azioni importanti che devono essere intraprese per risolvere una situazione potenzialmente molto pericolosa che, come appena visto, potrebbe portare alla comparsa di patologie anche gravi.

Le calze elastiche per stimolare la circolazione

Un ottimo rimedio contro i disturbi alla circolazione venosa sono le calze elastiche. Si tratta di strumenti pensati appositamente per stimolare il flusso sanguineo e aiutare a contrastare problematiche come le vene varicose. Il funzionamento delle calze elastiche si basa sulla compressione degli arti inferiori, il punto più critico del corpo e quello maggiormente soggetto a questo tipo di disturbi.

Le calze per la circolazione possono avere differenti livelli di compressione a seconda se il loro scopo è di tipo preventivo, curativo oppure riabilitativo. La compressione è misurata in millimetri di mercurio, mmHg, mentre la consistenza in denari. Le calze con valori inferiori ai 20mmHg sono ideali per la prevenzione, mentre quelle con valori superiori sono indicate per la cura delle vene varicose e di altre patologie simili.

Inoltre possono essere a maglia liscia, esteticamente più apprezzabili o a doppia rete, con scopi puramente curativi e riabilitativi. Le calze elastiche a compressione sono particolarmente indicate per le donne durante la gravidanza, gli anziani e tutte quelle persone che hanno problemi al sistema di circolazione venosa.

La camminata e l’attività sportiva

Uno dei rimedi più efficaci contro la cattiva circolazione venosa è lo sport. L’attività motoria e sportiva è in grado di stimolare la circolazione sanguinea, aiutando il cuore a pompare correttamente il sangue sia verso le periferie dell’organismo che verso di sé, per purificarlo e rimandarlo in circolo.

È importante fare movimento quotidianamente, soprattutto bisogns camminare molto. La camminata è l’attività fisica che più di tutte aiuta la circolazione venosa, spingendo letteralmente ad ogni passo il sangue verso l’alto e quindi verso il cuore. L’ideale sarebbe riuscire a camminare almeno mezz’ora al giorno a passo svelto, oppure riuscire a fare degli esercizi di sollevamento sui talloni e ritorno in posizione.

Tenere alte le gambe

Un rimedio semplice ma piuttosto efficace è quello di alzare le gambe per facilitare il ritorno del sangue verso il cuore. È uno stratagemma che può sembrare banale ma che invece risulta essere estremamente efficace, specialmente nelle persone anziane o in quelle che sono costrette a passare molto tempo in piedi o sedute.

Quando ci si trova in posizione eretta il sangue deve percorrere una distanza enorme per arrivare fino alla punta dei piedi, mentre da sdraiati il peso e la spinta esercitati sono pressoché nulli. Invece quando ci si sdraia con le gambe alzate si permette al sangue accumulatosi durante il giorno di defluire, sgonfiando gli arti inferiori.

Un’ottima soluzione per esempio è dormire con un rialzo sotto i piedi di almeno 20 cm, lo stesso quando si guarda la TV sul divano o a letto. Invece andrebbe evitato di alzare le gambe su una sedia quando ci si trova seduti, una soluzione che potrebbe addirittura peggiorare eventuali problemi di vene varicose o edemi.

Evitare problemi di obesità

Oggi purtroppo l’obesità colpisce milioni di persone soltanto in Italia, con percentuali in aumento anno dopo anno. Oltre a provocare diverse patologie anche molto gravi, un aumento considerevole del peso corporeo causa seri problemi alla circolazione venosa e a quella arteriosa. Inoltre l’obesità spesso costringe a una vita sedentaria, aspetto che non fa altro che peggiorare una situazione già al limite.

È importante cercare di mantenere il proprio peso corporeo in linea con una condizione normale, facendo attività fisica e seguendo un’alimentazione bilanciata e di tipo ipocalorico. Comunque per alleviare i dolori legati ai problemi alla circolazione venosa è possibile camminare per almeno mezz’ora al giorno, alzare le gambe e indossare quotidianamente calze elastiche specifiche.

Evitare complicazioni da altri disturbi

A volte i disturbi alla circolazione venosa possono essere scatenati da malattie e patologie non curate adeguatamente, come ad esempio edemi, macchie cutanee estese, problemi cardiaci o respiratori, ulcere e flebiti. Alle prime avvisaglie di problemi agli arti inferiori è necessario intervenire immediatamente.

Un ritardo nelle cure o nelle azioni riabilitative potrebbe peggiorare una semplice condizione di capillari fragili o di vene varicose, costringendo a intervenire con rimedi invasivi e cure farmacologiche. Mai sottovalutare nessun tipo di disturbo lasciando che provochi conseguenze sul resto dell’organismo.

L’importanza di indossare le scarpe giuste

Le calzature hanno un’importanza molto elevata nella cura e nel trattamento dei problemi alla circolazione venosa, perciò spesso un rimedio semplice e immediato consiste nel cambiare le proprie scarpe optando per un modello specifico. In commercio si trovano tantissime tipologie di scarpe ortopediche per i problemi di circolazione, ormai anche con un’estetica di pari livello rispetto ai modelli tradizionali.

Soprattutto le donne devono prestare particolare attenzione alla scelta delle calzature. Ad esempio sia i tacchi troppo alti che quelli troppo bassi sono nocivi per la circolazione venosa, mentre quelli di misura intermedia sui 4-5 cm non eccessivamente fini sono l’ideale per garantire una spinta corretta del sangue verso l’alto.

Fisioterapia e riabilitazione motoria

Un ottimo rimedio per lenire e contrastare i problemi alla circolazione venosa è costituito dagli esercizi riabilitativi, eseguibili da soli in casa oppure presso centri di fisioterapia professionali. Si tratta di esercizi motori che hanno lo scopo di mettere in funzione e stimolare la circolazione sanguigna, aiutando il cuore a fare il suo lavoro.

Normalmente prevedono la flessione, la rotazione e la pressione degli arti inferiori e dei piedi, con ripetizioni alte e svolti per almeno 25-30 minuti. Una volta imparati da un professionista possono essere ripetuti facilmente in casa, specialmente la mattina e la sera quando il flusso sanguineo risulta più rallentato.

Post Your Comment Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *