cellulite

Rimedi per combattere ed eliminare la cellulite

Da cellulite è affetto circa 1’80/90 per cento delle donne (l’uomo non presenta tale patologia in quanto la cosiddetta «buccia d’arancia», è legata a uno squilibrio della sfera ormonale propria dei gentil sesso). Un corpo grasso ed affetto da questa problematica anche se è molto giovane, dà subito l’impressione di «disarmonia» che può essere motivo di profondo disagio persino per la più splendida delle creature, anche il sol pensare che medicamente viene definita infiammazione del tessuto cellulare ci fa capire che non è solo un problema fisico ma anche salutare..

In una ipotetica lista di motivi per i quali una donna è affetta da cellulite, il nostro modo di vivere stressante è sempre più disordinato, è di sicuro in prima lirica, infatti, i ricercatori hanno recentemente scoperto che, paesi come l’Africa e la Cina, dove le donne conducono una vita non ancora inquinata dalle abitudini occidentali, la «buccia d’arancia» è in pratica sconosciuta, mentre inizia a comparire quando le stesse donne si trasferiscono in Occidente è adottano i nostri frenetici ritmi di vita. La cellulite, dunque non è un disturbo esclusivamente di origine organica, ma anche psicologica.

Curiosità sulla cellulite

ANCHE MARILYN AVEVA LA «BUCCIA D’ARANCIA»
Sembra che Marilyn Monroe, la bellissima del cinema degli anni 50, tanto invidiata dalle donne di quei tempi e altrettanto amata dagli uomini, avesse il problema della cellulite. Era la sua la classica cellulite delle donne giovani, cioè quella associata a un’adipe che, normalmente, si localizza sui fianchi e sulla parte alta delle cosce.

Purtroppo, Marilyn non poteva far nulla per liberarsene, perché allora non solo questo problema era considerato una variante sul tema dell’obesità, ma non esistevano neppure i mezzi che, dopo anni di ricerche, sono stati introdotti in campo estetico per far guerra alla più subdola nemica del corpo femminile. Scientificamente questo inestetismo fisico, spesso causa di parecchi complessi, si può definire una dermopanniculopatia o lipodistrofia del tessuto sottocutaneo.

Quali sono le cause della cellulite?

formazione cellulite

La formazione della cellulite può essere favorita da un insieme di fattori, fra cui, non ultimo, quello ereditario. Sembra, infatti, che questo inestetismo si trasmetta di madre in figlia, pur non avendo nulla a che vedere con i geni che trasmettono il colore degli occhi o la forma della bocca.

L’ereditarietà è data dall’abitudine, spesso attinta in famiglia, a un’alimentazione ricca di grassi e povera di verdure.
Tra le cause, ci sono, poi, la vita sedentaria, la mancanza di sport, il fumo, l’alcol, tutti elementi che contribuiscono all’accentuarsi del problema. Le cause di questo tipo di grasso sono parecchie.

Motivi della presenza di adipe

  • EREDITARIETÀ: Come abbiamo già accennato, la predisposizione alla cellulite si eredita. Secondo le statistiche, infatti, le donne che presentano la pelle a «buccia d’arancia», hanno una madre affetta dallo stesso inestetismo.
  • SQUILIBRI ORMONALI: Può bastare un’irregolarità nella secrezione degli ormoni per provocare la cellulite.
  • PROBLEMI REUMATICI: Acido urico, acido ossalico e colesterina sono tutte sostanze che possono irritare il tessuto connettivo, oltre che causare reumatismi e artriti.
  • TIROIDE E PESO: Quando funziona irregolarmente è responsabile di un accumulo di tossine.
  • ANDATURA IRREGOLARE: Piedi piatti e altri difetti della deambulazione possono influire negativamente sulla circolazione.
  • STIPSI: Chi ha questo problema subisce l’influenza negativa delle tossine che l’organismo non riesce a espellere.
  • DIGESTIONE DIFFICOLTOSA: Con l’aggravarsi del lavoro del fegato, chi non digerisce bene è più soggetto alla formazione della cellulite.
  • GRASSO IN GRAVIDANZA: Anche se si tratta di uno stato di mutamento temporaneo dell’organismo la gravidanza mette in moto tutta una serie di processi ormonali e metabolici che favoriscono la ritenzione di liquidi e il formarsi di cuscinetti cellulitici.
  • FARMACI: Alcuni farmaci, fra cui il cortisone, aumentano la ritenzione di liquidi.
  • PILLOLA ANTICONCEZIONALE: Provocando, anche se in forma minore, le stesse modificazioni ormonali della gravidanza, può favorire il formarsi della «buccia d’arancia».
  • STRESS: Oggi presente anche nella donna, che ha abitudini ormai frenetiche, lo stress aumenta le secrezioni di adrenalina. Ciò provoca spasmi ai vasi sanguigni (dannosi per la circolazione) e aumento del cortisone, una sostanza molto ingorda di acqua.
  • INSONNIA: Dormire male, di conseguenza essere stanchi, aumenta le tossine in circolo, con notevole danno per l’organismo.
  • FUMO: Tossico per l’organismo, il fumo favorisce l’accumulo di sostanze nocive, che impediscono il regolare nutrimento delle cellule.
  • ALIMENTAZIONE DISORDINATA: I cibi contenenti sovrabbondanza di sale favoriscono la ritenzione idrica di grassi, affaticando il fegato e impediscono una corretta digestione, il fegato ricopre la sua importanza nella cura del grasso, consigliamo una dieta disintossicante per il fegato.

I tipi di cellulite:

Vi sono tre forme di cellulite: compatta, molle, edematosa.

  1. La cellulite compatta si ritrova anche nelle ragazze molto giovani. Interessa soprattutto la parte superiore ed esterna delle cosce e la regione dei glutei.
  2. La cellulite molle compare quasi esclusivamente nell’interno delle cosce e delle braccia. In genere colpisce le donne oltre i 30/35 an¬ni, ma si può presentare anche in soggetti più giovani, in modoparticolare se già sono affetti dal primo tipo di cellulite.
  3. La cellulite edematosa è legata a disturbi del circolo venoso degli arti inferiori; colpisce la zona. della gamba che va dalle ginocchia alle caviglie.

I tre tipi di cellulite si associano spesso, soprattutto nella donna che ha superato i 30 anni e non ha mai seguito terapie preventive. In questi casi il problema è decisamente più difficile da risolvere.

Trattamenti e rimedi anticellulite

cure cellulite

Innanzitutto ecco dei semplici consigli per dimagrire, che sono anche utili a ridurre il problema della cellulite.

Per una cura della cellulite è consigliabile un controllo medico specialistico, seguito da eventuali esami che stabiliscano le condizioni di salute generale dell’organismo. Vietato intervenire con un “fai da te”, seguendo il consiglio dell’amica o l’esperienza della collega, soprattutto per quanto riguarda tarmaci e diete. Quello che funziona perfettamente per un individuo, infatti, non sempre è altrettanto efficace per un altro.

Elenco di tutti i metodi d’intervento

  • INDUMENTI SPECIFICI: Esiste in commercio un cordinato (maglietta e pantaloncino) confezionato con uno speciale tessuto in grado di prevenire e combattere la cellulite, grazie ai filati anti onde elettromagnetiche.
  • GINNASTICA: Utilissima, soprattutto se eseguita sotto la guida di un istruttore che vi insegnerò gli esercizi corretti. Ottimo anche il nuoto, perchè mette in moto tutti i muscoli del corpo.
  • LINFODRENAGGIO: II drenaggio della stasi linfatica (manuale o effettuato tramite appositi apparecchi) può, in qualche caso, essere positivo.
  • LASER-TERAPIA E ULTRASUONI: Si tratta di due metodiche che favoriscono la circolazione sanguigna e linfatica, attivando il metabolismo cellulare.
  • MESOTERAPIA: Si introducono nella zona affetta da cellulite, tramite una siringa dotata di numerosi aghini, sostanze ad azione lipolitica (che sciolgono il grasso) e sostanze per migliorare la circolazione locale.
  • AGOPUNTURA: Anche per la medicina orientale la cellulite è un disturbo complesso, che riguarda uno squilibrio dell’organismo. Poichè ristabilire l’equilibrio è il principale obiettivo dell’agopuntura, ecco che questa tecnica può coadiuvare nella terapia di prevenzione e cura della cellulite.
  • IONOFORESI: Ha validità solo come mezzo preventivo o se applicata insieme ad altre metodiche, è una tecnica medica che consente di far penetrare i farmaci dove occorre attraverso correnti elettriche a bassissimo voltaggio.
  • GINNASTICA PASSIVA: Si tratta di una tecnica utilissima per aiutare chi, troppo sedentario, non fa regolarmente sport o movimento, è in pratica la ginnastica che un apparecchio, una specie di massaggiatore meccanico, obbliga a tare, imponendo alle varie parti del corpo le contrazioni muscolari che normalmente si compiono quando si effettuano i movimenti della ginnastica.
  • MASSAGGIO ANTICELLULITE: Tra le terapie naturali per prevenire e combattere la cellulite, il massaggio 0 massoterapia è senza dubbio un intervento utile e piacevole; se fatto in modo corretto, è benefico soprattutto alla circolazione delle gambe e delle braccia.
  • CURE TERMALI: Sono senza dubbio coadiuvanti nella prevenzione e nella cura della cellulite. Ogni metodica sfrutta le proprietà delle acque. Quelle usate per la balneoterapia nel trattamento della cellulite sono le acque salsobromoiodiche, salsosolfate, carboniche.
  • PRESSOTERAPIA: Non è altro che I’applicazione di bende o stivali agli arti inferiori che favoriscono il deflusso sanguigno.
  • FITOTERAPIA: Aggredire dolcemente la buccia d’arancia con una dieta disintossicante a base di cibi naturali, erbe e tisane, pub essere un metodo non nocivo e, a lungo andare, valido.
  • IDROTERAPIA: I bagni di mare e gli idromassaggi in apposite vasche asciugano le parti affette da cellulite, rendendo la pelle più levigata, donando un aspetto più sano alle gambe e alle altre parti del corpo insidiate dalla cellulite.
  • OZONOTERAPIA: Rappresenta uno dei più accreditati e specifici ritrovati per sconfiggere la cellulite. Consiste in una serie di iniezioni cutanee di ozono, cio di ossigeno arricchito tramite il passaggio in una speciale macchina che lo sottopone a violente scariche elettriche, è un sistema indolore e, secondo chi lo pratica, efficacissimo.
  • YOGA: Alcune posizioni yoga, se questa disciplina orientale è praticata con regolarità, sono ottime, oltre che per la distensione e l’elasticità di tutti i muscoli e per combattere lo stress, anche per prevenire e curare la cellulite.
  • TRATTAMENTI COSMETICI: Una terapia a base di creme richiede grande costanza nell’applicazione e un rispetto assoluto delle indicazioni riportate sulla confezione. Può essere molto utile soprattutto nella prevenzione.
  • NUTRIGENOMICA: La dieta del dna, o meglio un’alimentazione sana in base agli equilibri del proprio corpo.

Come mangiare per ridurre la cellulite?

alimentazione per cellulite

Sarebbe impossibile chiudere la porta e lasciare i grassi alimentari fuori dalla cucina! Ma è bene cucinare in modo salutare, moderare la quantità e scegliere soltanto quelli utili alla salute, è importante avere un’alimentazione equilibrata.

Non è difficile, basta seguire questi pratici consigli:

  • Contenere l’uso di grassi di origine animale, quali burro, strutto, panna, lardo.
  • Dare la preferenza all’olio di oliva ‘extravergine crudo, ma senza abbondare.
  • Cuocere con pentole antiaderenti, forno a microonde (facendo attenzione alle corrette modalità d’uso), al cartoccio e al vapore.
  • Le verdure per contorno, sughi e condimenti devono soffriggere utilizzando olio ed acqua in parti uguali.
  • Bandire dalla tavola salumi, fritti, salse e consumare in quantità limitata i formaggi, poiché ricchi di grassi e di sale.
  • Niente latte intero! Meglio se scremato o, tutt’al più, parzialmente scremato.
  • Le erbe aromatiche insaporiscono molti piatti e possono supplire egregiamente a certi condimenti troppo grassi.
  • Consumare tagli di carne magra e, nel pollame, togliere la pelle prima della cottura.
  • E… benvenuto pesce! L’ideale è mangiarne almeno 2 volte alla settimana. cura – cellulite
  • Vitamine a volontà, utili per il benessere generale fisico
  • Apportare nella dieta il limone, aiuta il drenaggio e la digestione

DIETA E FLORA BATTERICA

dieta cellulite

La dieta anticellulite per preservare e rafforzare la flora batterica intestinale è un programma di tipo qualitativo più che quantitativo: si basa cioè sulle corrette associazioni sul calcolo delle calorie, F’ una dieta “salute” che insegna a nutrirsi in modo corretto. Senza essere particolarmente restrittiva (tornisce circa 1.500 calorie al giorno permette anche d1 perdere gradualmente i chili di tTo.-ppO: 9 – 3 in un mese. Il programma, per te sue caratteristiche, può essere seguito senza controindicazioni anche per periodi prolungati. Si permette così alla flora batterica dì ripristinarsi e mantenersi in salute, si ritrovano energia, benessere, peso forma, consigli utili li trovi anche sulla dieta per avere la pancia piatta.

Ultimi consigli su come alimentarsi

  • Evitare lo zucchero bianco raffinato (che può innescare processi di fomentazione) ma anche i dolcificanti di sintesi: preferire fruttosio e zucchero di canna.
  • Utilizzare sale marino integrale.
  • Bere un litro e mezzo di acqua oligominerale al giorno. Questo quantitativo può essere raggiunto anche con l’aiuto di tisane depurative, a scelta tra finocchio, menta, malva, anice, verbena; succhi d2 frutta C spremute di agrumi senza zuccheri, alcolici e superanalcolici, tè e caffè.
  • Per condire usare due cucchiai di olio extravergine d’oliva ai giorno, a crudo. Per cucinare alle alte temperature preferire quello dì arachidi (tiene meglio la cottura’ .
  • Spezie, aromi e aceto di mele si possono utilizzare a piacimento.

Post Your Comment Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *