gravidanza gemellare

Parto Gemellare: informazioni sul tipo di gravidanza

La gravidanza gemellare non può certo essere considerata allo stesso modo di un parto normale. Infatti fin dalle prime settimane di gestazione è bene far capire alla futura mamma, che per quanto sia una situazione normale, bisogna avere delle attenzioni e delle premure maggiori per tutti i nove mesi.

Sommario dell’articolo:

TIPI DI PARTO GEMELLARE:

NOTIZIA DEL PARTO GEMELLARE

Tipologie di parto gemellare

La gravidanza gemellare può essere di tue tipi:

  • dizigotica
  • monozigotica

Gravidanza dizigotica

In questo primo caso c’è stata una doppia fecondazione di due ovuli, da parte di due spermatozoi, che creano due feti distinti, aventi entrambi la propria placenta. In questo caso qui si parla anche di gravidanza bicoriale perchè i feti avranno un cariotipo diverso, i classici gemelli diversi.

Gravidanza Monozigotica

Invece nel caso di gravidanza monozigotica, la fecondazione è avvenuta tra un solo ovocito e un solo spermatozoo; lo sdoppiamento della cellula si ha nel periodo successivo alla fecondazione:

  • nei primi 3 giorni ci si troverà in presenza di una gravidanza con due placente e due sacchi amniotici, ovvero biamniotica;
  • tra il terzo e il settimo giorno dal concepimento, si avrà una sola placenta, biamniotica ma con un solo cariotipo;
  • se accade nel periodo successivo al settimo giorno ci si troverà con una gravidanza con una sola placenta, con un solo sacco amniotico e un solo cariotipo.
  • Gli ultimi due casi sono quelli dei gemelli identici.

Come vivere la notizia del parto gemellare?

gemelli

Un parto gemellare richiede delle maggiori precauzioni, infatti cosa che può facilmente capitare è un parto prematuro: un’ alta percentuale di gestanti partorisce tra la 32esima e la 38esima settimana di gestazione, sono pochissimi i casi in cui si arriva ai 9 mesi.

Onde evitare un parto pre-termine i ginecologi consigliano una vita più tranquilla, evitare di fare sforzi e sollevare pesi per non aumentare la pressione sull’utero, che rispetto ad una gravidanza singola dovrà sopportare una dilatazione maggiore.

Inoltre il medico può prescrivere dei miorilassanti, che aiutano a distendere l’utero e di conseguenza aiutano a prevenire le contrazioni, a tal proposito spesso si consiglia alla coppia di evitare di avere rapporti intimi.

Alla gestante il ginecologo può richiedere controlli più frequenti per monitorare la crescita dei feti e il loro nutrimento; per migliorare quest’ultimo spesso è prescritta la cardioaspirina, che migliora la fluidità del sangue, aumentando l’apporto del flusso sanguigno alla placenta.

Il parto cesareo

Nella gravidanza gemellare si consiglia sempre più spesso il parto cesareo, perché in questa condizione particolare è il più semplice da affrontare; infatti intraprendere un parto naturale potrebbe provocare danni ad uno dei due feti, perché estratto il primo bambino, nel momento in cui si taglia il cordone ombelicale si rischia di poter causare sofferenza all’altro feto che essendo in ancora in utero non avrebbe più modo di attingere il suo nutrimento, essenziale per la sopravvivenza.

In più per la donna potrebbe essere troppo faticoso affrontare due travagli.

Post Your Comment Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *