infertilità uomo donna

Infertilità maschile e femminile: cause e rimedi

Una tappa fondamentale nella vita di tutte le donne è sicuramente quella di avere un bambino. Molte donne poi lo desiderano così fortemente che fanno di tutto per rimanere incinta, cercando di programmare il concepimento proprio nella fase più adatta che è quella dell’ovulazione.

Non sempre però è così semplice e veloce riuscire a concepire un bambino; in molti casi possono scaturire ritardi e problemi vari come quelli legati all’infertilità femminile e alla sterilità.

Sommario dall’articolo:

» COS’È’ L’INFERTILITÀ FEMMINILE?

» COS’È’ L’INFERTILITÀ MASCHILE

» CONSIGLI SU DIAGNOSI INFECONDITÀ

Che cos’è l’infertilità femminile

infertilità femminile

Esistono due casi ben distinti legati alla mancata possibilità di avere un bambino. Il caso più grave è la sterilità che rappresenta una vera e propria impossibilità di concepire un bambino da parte della donna a causa di problemi di natura biologica.

L’infertilità femminile è invece la difficoltà nel portare a termine una gravidanza pur essendo la donna capace di concepire. C’è quindi una netta distinzione tra i due termini.

In molte circostanze l’infertilità femminile può comunque essere risolta attraverso cure specifiche e si possono risalire alle sue cause effettuando degli esami particolari a livello di ovulazione, di ormoni ma anche sul versante anatomico-funzionale e genetico.

Soluzione di concepimento guidato

In caso di sterilità femminile, dopo aver tentato diverse strade, è  possibile optare per delle terapie mirate utili a risolvere il problema. Sono infatti possibili terapie di concepimento guidato, forme di inseminazione a livello tubarico oppure uterino e la cosiddetta FIVET, ovvero la Fecondazione in vitro ed embrio transfer.

Quest’ultima è la tecnica più diffusa e si verifica con l’incontro dell’ovulo e dello spermatozoo non nella sede solitamente adibita al concepimento.

Le cause dell’infertilità femminile

cause infertilitàL’infertilità femminile ha origine da cause di natura diversa che variano da donna a donna. Possono essere possibili cause scaturite a livello uterino come: malformazioni, polipi, fibromi, infiammazioni, atrofie dell’endometrio, sinechie.

I motivi dei problemi di fertilità femminile possono riscontrarsi anche a livello vaginale e cervicale per la presenza di:

  • infezioni
  • sinechie
  • alterazioni della cervice
  • stenosi
  • variazioni del ph vaginle
  • vaginismo, ecc.

Altre cause di infertilità femminile possono provenire anche a livello tubarico e ovarico, con alterazioni a livello ormonale.

Alcune motivazioni che causano problemi pre-concepimento:

  • sindrome dell’ovaio policistico
  • endometriosi ovarica
  • malattie genetiche come la sindrome di Turner o la disgenia gonadica
  • insufficienza del corpo luteo
  • mancata ovulazione ecc.

Per scoprire le cause dell’infertilità nelle donne c’è bisogno di fare indagini più lunghe rispetto a quelle maschili, in modo da poter visionare in più mesi il processo ovulatorio; perché nella maggior parte dei casi è lì che nasce il problema.

Di seguito un elenco completo delle cause dell’infertilità femminile:

  • Mancanza di produzione di ovuli vitali;
  • Sindrome dell’ovaio policistico che genera un’irregolarità nella produzione mensile di ovuli, ciò rende difficile trovare il momento giusto per fecondare.
  • L’utero e la parete uterina non hanno una buona struttura per accogliere l’ovulo fecondato.
  • L’endometriosi, causata da un processo infiammatorio dell’apparato riproduttivo femminile, può compromettere la funzionalità delle ovaie e dell’utero, fino ad arrivare in casi estremi alla sterilità.
  • L’ostruzione delle tube di Falloppio può impedire la risalita degli spermatozoi per arrivare a fecondare l’ovulo.
  • Anche fattori non fisiologici, ma relativi allo stile di vita possono aumentare l’infertilità.
  • Una dieta sbagliata, l’eccessivo consumo di alcolici o droghe, il fumo, lo stress, malattie sessualmente trasmissibili, malattie genetiche incidono notevolmente sulla capacità di procreare.

Cos’è l’Infertilità maschile

Negli uomini le principali cause dell’infertilità vanno ricercate nello sperma, infatti con una semplice analisi come lo spermiogramma si può aver una diagnosi precisa sulla propria condizione di fertilità.

Anche per l’uomo elenchiamo alcune cause dell’infertilità:sterilità maschile

  • cattiva condizione dello sperma: la motilità e la quantità degli spermatozoi sono due aspetti fondamentali per arrivare alla fecondazione dell’ovulo, se sono bassi aumenta il rischio di infertilità.
  • Il varicocele, un’ostruzione di una o più vene dei testicoli, può causare la sterilità maschile.
  • Un’elevata temperatura dei testicoli- provocata da un uso eccessivo di capi di abbigliamento troppo stretti- può compromettere la produzione e la qualità dello sperma.
  • Come per le donne anche una vita sregolata può aumentare la possibilità di infertilità maschile: tra le cause fumo, alcol, droghe e stress.

Consigli utili prima della diagnosi di infecondità

Prima di parlare di infertilità e iniziare l’iter per la ricerca delle cause, provate ad avere rapporti non protetti nei giorni fertili della donna per circa un anno, solo dopo se non ci sono stati tentativi riusciti allora parlatene con un medico che vi indirizzerà e vi consiglierà il percorso da affrontare.

Gli esami fertilità per la donna

La coppia che desidera avere un figlio, ma dopo numerosi tentativi non riesce a raggiungere l’obiettivo desiderato, viene indirizzata a svolgere degli esami per constatare l’eventuale incapacità di procreare.

Esami lievi

Gli esami per l’infertilità della donna sono vari, alcuni più invasivi di altri. Un ginecologo esperto in infertilità inizierà con quelli più lievi, seguendo una scala.

  • Il primo esame a cui la donna viene sottoposta è un’ecografia pelvica, per costatare le condizioni dell’apparato riproduttivo e il funzionamento delle ovaie.
  • In concomitanza con questo esame, il medico prescrive delle analisi del sangue per valutare i livelli ormonali tiroidei e valori come la prolattina e il progesterone importanti affinché avvenga il concepimento.
  • Anche un tampone vaginale può essere utile per scoprire infezioni che influiscono sulla fertilità della donna.

Esami invasivi

Nell’eventualità in cui con questi primi esami non si sono riscontrati problemi, si passa a svolgere esami più invasivi:

  • L’isterosalpinografia è utile per scoprire eventuali malformazioni dell’apparato genitale femminile, in particolar modo valuta le condizioni delle tube ed eventuali aderenze. Questo esame si presenta come una radiografia in cui per via trans vaginale è iniettato un liquido di contrasto.
  • L’ultimo degli esami dell’infertilità a cui le donne sono sottoposte è l’endoscopia, si svolge con uno strumento a fibre ottiche, che inserito nel canale cervicale, arriva fino all’utero per valutare la presenza di fibromi o polipi, spesso rimovibili durante l’esame stesso.

Gli esami per sterilità maschile

Gli esami dell’infertilità a cui l’uomo si deve sottoporre sicuramente sono meno invasivi rispetto a quelli della donna.

  • Lo spermiogramma è l’analisi del liquido seminale in cui si valuta la quantità degli sparmatozoi, la loro motilità e le eventuali malformazioni che questi possono avere. Le caratteristiche che si esaminano sono fondamentali per la riuscita della fecondazione.
  • In concomitanza a questo esame si prescrive anche la spermiocultura che serve per la ricerca di infezioni che alterano il liquido seminale.
  • Lì dove sono riscontrati problemi allo sperma, il medico può richiedere delle analisi del sangue per valutare il dosaggio ormonale: FSH, LH, testosterone e prolattina sono fondamentali per la produzione degli spermatozoi.
  • L’ultimo tipo di esame per l’infertilità a cui l’uomo si sottopone è l’ecodoppler, ovvero una ecografia dello scroto, in cui si esaminano le vene e l’afflusso di sangue e l’eventuale presenza di varicocele.

Esame Cariotipo

E se l’uomo e la donna sono sani ma non riescono a procreare?

Non è raro che due individui tecnicamente sani, riscontrino difficoltà ad avere un bimbo. In questi casi si pratica un ulteriore esame dell’infertilità : il cariotipo, un’analisi genetica in cui si valuta la compatibilità tra l’uomo e la donna.

Post Your Comment Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *