protezione estate

Estate: quale protezione solare scegliere in vacanza?

In vacanza, si sa, proteggersi è fondamentale, per non rischiare di rovinarsi qualche serata, o peggio ancora, tutti i giorni di ferie. In passato qualche consumatore, spesso e volentieri si è lamentato della poca veridicità dei fattori protettivi da parte delle case produttrici.

La Commissione Europea qualche anno fa, per evitare ulteriori inconvenienti, stabilì delle nuove linee guida sul valore da apporre sulle etichette dei prodotti solari suddividendo le creme in 4 macro categorie:

  • Crema con fattore di protezione basso (da 6 a 10)
  • Creme con fattore di protezione medio (da 10 a 25)
  • Creme con fattore di protezione alto (30 e 50)
  • Creme con fattore di protezione molto alto (oltre i 50)

Per poter scegliere la crema ideale bisogna capire a quale fototipo si appartiene, cioè la quantità di melanina presente nella propria pelle, per poi capire quale grado di protezione solare bisogna scegliereEsistono sei tipi di fototipo: nel primo troviamo le persone con capelli chiari (biondi o rossi) e pelle molto chiara, Il secondo include le persone bionde o castane con pelle chiara; i numeri tre e quattro riguardano le persone bionde o castane con pelle sensibile, mentre i numeri 5 e 6 sono quelli delle persone con capelli scuri e pelle olivastra.

Una volta accertato il proprio tipo di pelle, resta da capire se si vuole una crema o un olio. Premettendo che non c’è alcuna differenza tra i due tipi, a meno che non si tratti di olii abbronzanti e quindi sprovvisti di qualsiasi protezione.

In commercio esistono molte creme solari, e tanti marchi sono famosi ormai da anni, come la Piz Buin e Collistar. Lo scenario, però, nel corso di questi anni sembra essere molto cambiato. La varietà di creme ed olii solari esistenti sembrano essere infinite, e non variano solo per la tipologia di pelle, ma anche in base alla parte del corpo o… del giorno!

Infatti sul mercato esistono crema per il viso, per il corpo, anti-smagliature, anti-cellulite, anti-rughe, e quasi tutte queste tipologie si dividono in giorno e notte. Vero, così non si aiuta nella scelta, ma almeno si fa chiarezza su quale scegliere in base alle proprie esigenze. Ad esempio, ci si può rendere conto che il sole colpisce più facilmente il viso rispetto alle altre parti del corpo, allora si può optare per una crema viso con una protezione leggermente più alta rispetto a quella per il corpo.

Quale protezione usare per i bambini?

Ovviamente per i bambini, il discorso è leggermente diverso, oltre al fototipo bisogna tenere conto anche dell’età. Per i bambini a contatto col primo sole, il consiglio è scegliere un prodotto a protezione alta o molto alta da stendere su tutte le parti del corpo, tutti i giorni, dal primo all’ultimo, avendo cura di stenderne il giusto, ripetendo l’operazione più volte durante tutta la giornata, soprattutto dopo il bagnetto (anche in presenza di creme idrorepellenti).
La pelle dei bambini in tenerissima età, infatti, è molto delicata ed evitare scottature nei primi anni di vita è fondamentale.

Quindi a seconda del fototipo, va scelto un grado di protezione che oscilli tra i 30 e i 50.

Post Your Comment Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *